Il Brenta racconta: storia, arte, cultura, moda.

Venice Secrets: Crime and Justice




Come 
applicava la Giustizia la Serenissima Repubblica di Venezia? 
In modo severo ma con pene certe e a tratti crudeli.
Una mostra in cui sarà possibile  conoscere il lato più crudele e cruento di una Repubblica all’avanguardia per l’epoca.


Il 31 marzo 2018 Palazzo Zaguri aprirà al pubblico con la mostra “Venice Secrets, Crime and Justice”.

Una mostra che racconta con reperti unici e suggestive ricostruzioni la storia di Venezia attraverso il tema della tortura, della pena di morte e dell’inquisizione, sfatando miti e antimiti di una delle realtà storiche più longeve nel panorama europeo.
Il percorso espositivo, articolato in quattro sezioni e 36 sale espositive (sezione prima: Giustizia e tortura; sezione seconda: Carceri e carcerati; sezione terza: 
Il rito delle esecuzioni capitali; sezione quarta: Inquisizione e Sant'Uffizio), offre l’opportunità di visionare centinaia di strumenti di tortura e oltre 60 documenti originali esposti al mondo, per la prima volta, che raccontano una Venezia oscura e i suoi drammi come il caso del Doge Francesco Foscari, la tragica fine del Carmagnola e la prigionia di Giacomo Casanova.

Ogni sala espositiva sviluppa la narrazione di una storia, ma anche i segreti delle magistrature che componevano la struttura dello Stato. Ampio spazio è dedicato al Sant’Uffizio attraverso numerosi esempi, dallo scontro tra la Repubblica di Venezia e la Santa Sede, alle figure di Giordano Bruno e Paolo Sarpi.
La mostra è aperta al pubblico tutti i giorni, da lunedì a domenica,
dalle ore 10.00 alle ore 22.00.